Come eseguire la migrazione a WordPress da qualsiasi CMS o sito (istruzioni dettagliate)

Come migrare su WordPress da qualsiasi CMS o sito Web


Vuoi migrare su WordPress da qualsiasi CMS o sito Web?

Va benissimo se hai già creato un sito Web su qualsiasi piattaforma o CMS. Man mano che la tua azienda cresce, ogni volta che puoi migrare il tuo sito Web su WordPress, indipendentemente dal CMS che usi. Non solo è più economico gestire un sito su WordPress, ma ti dà anche infinite possibilità di migliorare il tuo sito con tutte le funzionalità che ti vengono in mente, come l’integrazione di un negozio online di e-commerce, forum, social network di nicchia, ecc..

In questo articolo, ti mostreremo come migrare su WordPress da qualsiasi CMS o sito Web.

L’ultima guida alla migrazione di WordPress

Ecco i passaggi esatti che tratteremo nella nostra guida dettagliata alla migrazione di WordPress:

  1. Identifica la tua piattaforma web: statica o CMS
  2. Scegli un hosting WordPress
  3. Installa WordPress e seleziona un tema
  4. Esporta il tuo sito web esistente
  5. Importa il sito Web in WordPress
  6. Gestisci reindirizzamenti e permalink
  7. Cose da fare dopo la migrazione

Perché dovresti spostare il tuo sito Web su WordPress?

WordPress è il costruttore di siti Web più famoso al mondo. È altamente flessibile e facile da personalizzare. Molti dei più grandi marchi del mondo usano WordPress per gestire i loro siti.

WordPress può essere gestito senza alcuna conoscenza di programmazione o programmazione. Inoltre viene fornito con molte funzionalità integrate che lo rendono la scelta migliore per principianti e sviluppatori.

Diamo un’occhiata ad alcuni dei motivi principali che spingono le persone a scegliere WordPress su altre piattaforme.

SEO-Friendly: Che si tratti di un sito per piccole imprese, un sito di portfolio o qualsiasi altro, WordPress semplifica l’ottimizzazione del tuo sito per il SEO. Puoi scegliere una struttura permalink personalizzata SEO friendly con pochi clic. Installando un plugin SEO, puoi facilmente aggiungere meta description, meta title e altre informazioni SEO, senza dover codificare il tuo sito.

Facile da personalizzare: Con l’avvento dell’editor Gutenberg e del personalizzatore di WordPress, l’utilizzo di WordPress è ora più semplice che mai !. Basta apportare le modifiche e vedere immediatamente le modifiche direttamente nella dashboard senza dover visualizzare l’anteprima della pagina.

Per ulteriori motivi, consulta la nostra guida completa sul perché dovresti usare WordPress.

Prima di iniziare, è importante sapere che esistono due tipi di piattaforme WordPress. WordPress.com, che è una soluzione ospitata e WordPress.org, che è una piattaforma self-hosted. Per questa guida, utilizzeremo WordPress.org in hosting autonomo poiché ti dà il pieno controllo del tuo sito.

Iniziamo a migrare su WordPress da qualsiasi CMS o sito Web, passo dopo passo.

Nota: Prima di immergerti, questo tutorial presuppone che tu abbia un sito Web dinamico basato su CMS. Se hai un sito statico / HTML, potresti voler assumere uno sviluppatore professionista per spostare il tuo sito Web su WordPress.

Passaggio 1: identificare la piattaforma del sito Web: CMS o statica

La prima cosa che devi fare è scoprire se il sito Web di origine è basato su un sistema di gestione dei contenuti o solo su un sito statico / HTML. Un sistema di gestione dei contenuti ti consente di personalizzare il tuo sito dal back-end.

Puoi scoprire se il tuo sito è dinamico o statico visitando Wappalyzer.com. Quindi inserisci il nome di dominio del tuo sito nella casella e scopri se utilizza un’applicazione.

migrazione di wordpress dalla ricerca della tecnologia CMS

Se il tuo sito web non è sviluppato su alcun CMS o applicazione, potresti voler assumere uno sviluppatore professionista per spostare il tuo sito su WordPress.

Il processo di migrazione varia in base all’applicazione con cui è stato creato il tuo sito Web.

  • Procedere con il passaggio successivo se il sito è stato creato con un CMS personalizzato
  • Guida alla migrazione da Blogger a WordPress
  • Guida alla migrazione da Wix a WordPress
  • Weebly alla guida alla migrazione di WordPress
  • Guida alla migrazione da media a WordPress
  • Godaddy Website Builder to WordPress Guida alla migrazione

Passaggio 2: scegli un hosting WordPress

Per avviare un sito Web su WordPress.org self-hosted, devi possedere un nome di dominio e un account di web hosting.

Un nome di dominio è un URL (ad esempio, isitwp.com) che le persone digiteranno nei loro browser per accedere al tuo sito web. Un web hosting è uno spazio in cui archiverai tutti i tuoi contenuti e file. Per maggiori dettagli, controlla le differenze tra un nome di dominio e l’hosting web.

Mentre ci sono dozzine di hosting WordPress, ti consigliamo di utilizzare Bluehost. È uno dei provider di hosting web più popolari e un servizio di hosting consigliato da WordPress.org.

Abbiamo negoziato un accordo con Bluehost per offrire ai nostri utenti un nome di dominio gratuito, un certificato SSL gratuito e uno sconto eccezionale sul web hosting.

Bluehost-sito

Fai clic qui per richiedere questa esclusiva offerta Bluehost »

Vai al sito Web Bluehost e fai clic su Iniziare pulsante. Successivamente, devi selezionare un piano di hosting per il tuo nuovo sito Web WordPress. Scegliamo il piano di base all’inizio. Include un nome di dominio gratuito e un certificato SSL gratuito. Puoi sempre eseguire l’aggiornamento in seguito man mano che il tuo sito cresce.

seleziona un piano bluehost per il sito web del ristorante

Successivamente, è necessario selezionare un nome di dominio. Puoi utilizzare un dominio esistente di tua proprietà o registrarne uno nuovo gratuitamente.

acquisto dominio bluehost

Nella pagina successiva, è necessario inserire le informazioni del proprio account. Per una facile registrazione, puoi accedere con Google e completare la configurazione in pochi clic.

creazione dell'account bluehost

Ora scorri verso il basso fino alla casella delle informazioni sul pacchetto. Esistono diverse opzioni, incluso un piano di base per 12, 24 o 36 mesi. Puoi anche vedere che alcuni componenti aggiuntivi sono preselezionati, sommando il prezzo totale. Ti consigliamo di deselezionare i componenti aggiuntivi perché non ti serviranno subito. Puoi sempre acquistarli in seguito quando vuoi.

Per ottenere il miglior prezzo sul web hosting, seleziona il piano di 36 mesi.

informazioni sul pacchetto bluehost

Andando avanti, è necessario scorrere ulteriormente verso il basso per inserire i dettagli di pagamento. Devi accettare i loro “Termini di servizio” e quindi fare clic su Invia.

Nel passaggio successivo, devi creare una password per il tuo account di hosting. Riceverai un’email con i dettagli su come accedere al pannello di controllo dell’hosting web (cPanel) dove puoi gestire i file di hosting, le email e l’assistenza.

Per maggiori dettagli su Bluehost, controlla la nostra recensione completa su Bluehost.

Passaggio 3: installa WordPress e seleziona un tema

Dopo aver acquistato il nome di dominio e l’hosting web, è necessario installare WordPress. Molti provider di web hosting, incluso Bluehost, offrono l’installazione di WordPress con 1 clic per farti risparmiare tempo.

Devi andare sul tuo account Bluehost. Da lì, puoi fare clic sull’icona di WordPress per aggiungere il nome e lo slogan del tuo sito web. Devi anche scegliere il tuo tema WordPress e fare clic su Installare pulsante.

Directory dei temi

Poiché ci sono migliaia di temi WordPress gratuiti, è intimidatorio trovare quello giusto per il tuo sito. Tutti i temi hanno caratteristiche e opzioni diverse. Un buon tema dovrebbe includere un bel design di modello, menu di navigazione, barre laterali, supporto per widget, codici brevi e modelli di pagina.

Potresti anche voler controllare i temi WordPress migliori e più popolari di tutti i tempi.

Per il bene di questa guida, useremo il tema Astra. È un tema WordPress popolare e multiuso creato per creare qualsiasi sito Web.

Tema Astra

Passaggio 4: esportare il sito Web basato su CMS

L’esportazione di un sito Web esistente o di origine da un CMS è così semplice. Nella sezione admin del tuo sito, ci sarà un’opzione per esportare il file XML con contenuti, contenuti multimediali e database completi. Dovrai archiviare questo file sul tuo computer per la migrazione.

Passaggio 5: importa il tuo sito Web basato su CMS in WordPress

Per importare un sito basato su CMS in WordPress, la prima cosa che devi fare è installare e attivare WP All Import collegare. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida su come installare un plugin per WordPress.

Una volta attivato, è necessario visitare Tutte le importazioni »Nuova importazione nell’area di amministrazione di WordPress. Da lì, fai clic su Caricare un file pulsante.

Caricare un file

Si aprirà una finestra di dialogo in cui è necessario selezionare il file XML che è stato esportato. Clicca sul Aperto per continuare.

Apri file XML

Mentre carichi il file, vedrai una barra di avanzamento che mostra l’avanzamento del processo di caricamento.

Avanzamento del caricamento del file

Successivamente, è necessario fare clic su Continua al passaggio 2 pulsante.

Continua il passaggio due

Esistono più elementi da importare in WordPress. È necessario selezionare un elemento e fare clic su Continua al passaggio 3 pulsante.

Importa elemento

Ora è necessario trascinare e rilasciare il titolo e la descrizione nei rispettivi campi dal lato destro dello schermo.

Aggiungi la descrizione del titolo

Scorri verso il basso e fai clic su Continua al passaggio 4 pulsante.

Nel passaggio successivo, è necessario fare clic su Trovato automaticamente pulsante per il campo Identificatore univoco. Riempirà automaticamente il campo con l’elemento corretto.

Trovato automaticamente

Scorri verso il basso e fai clic su Continua pulsante.

Una volta che sei pronto, fai clic su Confermare & Esegui importazione pulsante. Tutti i dati dal file XML verranno importati in WordPress.

Conferma l'importazione

Vedrai anche un messaggio di successo al termine dell’importazione.

Passaggio 6: gestire reindirizzamenti e permalink

Devi aggiungere reindirizzamenti sul tuo sito Web per preservare le classifiche dei motori di ricerca. Quando un utente visita un vecchio URL, verrà reindirizzato alla stessa pagina sul tuo nuovo sito WordPress.

Segui semplicemente questa guida passo passo su impostazione dei reindirizzamenti in WordPress.

La prossima cosa che devi fare è gestire la struttura dei permalink. Nell’area di amministrazione di WordPress, visitare Impostazioni »Permalink per selezionare un formato URL.

Struttura dei permalink

Se lo desideri, puoi anche creare una struttura di permalink personalizzata.

Passaggio 7: cose da fare dopo la migrazione

Dopo una migrazione riuscita a WordPress, la prossima cosa che devi fare è sfruttare tutto il potenziale di WordPress.

Ci sono migliaia di plugin WordPress gratuiti e premium disponibili sul mercato. Questi plugin ti aiuteranno a migliorare la funzionalità del tuo sito Web in pochi clic. Potresti anche dare un’occhiata al nostro elenco di plugin WordPress indispensabili.

Dai un’occhiata ad alcuni dei plugin più popolari che devi installare sul tuo sito Web WordPress dopo la migrazione:

  • WPForms: È il plug-in per moduli di contatto WordPress più adatto ai principianti. Puoi utilizzare WPForms per aggiungere un modulo di contatto, un modulo di sondaggio, un modulo di registrazione utente e qualsiasi tipo di modulo personalizzato sul tuo sito Web.
  • MonsterInsights: È il plug-in di Google Analytics più popolare. Questo plug-in mostrerà approfondimenti completi e rapporti sul traffico all’interno della dashboard di WordPress, in modo da poter migliorare il sito Web e aumentare il traffico.
  • OptinMonster: OptinMonster ti aiuta a convertire i tuoi visitatori in abbonati e clienti. È il più potente plug-in di generazione di lead e ottimizzazione delle conversioni esistente. Puoi anche usare il loro Exit-Intent® tecnologia per mostrare offerte e offerte ai visitatori in abbandono e chiedere loro di iscriversi alla tua lista e-mail.
  • BackupBuddy: Questo plugin ti aiuterà a mantenere i backup del tuo sito Web WordPress. Nel caso, se qualcosa va storto o il tuo sito Web viene violato, puoi ripristinare tutto in pochi minuti usando BackupBuddy.
  • Sucuri: Parlando di malware e hacking, Sucuri è un popolare plugin di sicurezza per WordPress. Protegge il tuo sito Web da tutti i tipi di attività dannose e hacker.

Il tuo sito web potrebbe avere un aspetto gradevole e funzionare senza problemi, ma si consiglia di testare il sito su più browser per cercare eventuali errori. Per maggiori dettagli, consulta questa guida su risoluzione dei problemi più comuni di WordPress.

Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a imparare come migrare su WordPress da qualsiasi CMS. Puoi anche consultare la nostra guida su come trasferire WordPress da un server locale a un sito live.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map