Come eseguire la migrazione del sito Web GoDaddy Builder su WordPress

come passare da Godaddy Builder a WordPress


Vuoi passare dal costruttore di siti Web GoDaddy a WordPress? Se hai creato un sito Web sul generatore di siti Web GoDaddy e ora vuoi passare a WordPress, può sembrare un’attività scoraggiante, soprattutto per i principianti. Anche se può richiedere molto tempo, ne vale sicuramente la pena. Quindi, come si passa dal costruttore di siti Web GoDaddy a WordPress?

Sfortunatamente, non esiste un modo diretto per spostarsi, probabilmente perché GoDaddy non vuole che tu te ne vada. Ma puoi farlo manualmente e possiamo mostrarti come.

In questo articolo, ti mostreremo come migrare il sito del costruttore di siti Web GoDaddy su WordPress, passo dopo passo.

Ecco un breve sommario per guidare l’utente attraverso i passaggi di questo articolo:

  1. Scegli l’hosting del sito web
  2. Esegui il backup dei contenuti del generatore di siti Web GoDaddy
  3. Eseguire il backup della nostra struttura dei collegamenti
  4. Punta il tuo dominio su WordPress Hosting
  5. Installa WordPress
  6. Importa il contenuto del tuo sito Web GoDaddy in WordPress
  7. Reindirizzamenti di installazione

Ora cominciamo su come spostare il sito del costruttore di siti Web GoDaddy su WordPress.

Vantaggi del passaggio da GoDaddy a WordPress

WordPress è il sistema di gestione dei contenuti (CMS) più popolare al mondo e alimenta oltre 75 milioni di siti sul Web.

Un sito basato su WordPress offre numerosi vantaggi tra cui:

  • Nessun limite – Con WordPress puoi costruire, personalizzare e far crescere il tuo sito Web come preferisci senza limitazioni.
  • Facile personalizzazione – WordPress offre tantissimi temi gratuiti che ti consentono di creare un sito Web di bell’aspetto in un istante.
  • Potenza aggiunta – Ottieni l’accesso a migliaia di plugin WordPress gratuiti per rendere il tuo sito web ancora più potente.

Con tutti questi vantaggi, puoi essere sicuro che la tua scelta di spostare il tuo sito da GoDaddy a WordPress è buona.

È importante notare che ci sono 2 diverse piattaforme WordPress, WordPress.org e WordPress.com. Ti consigliamo di spostare il sito del costruttore di siti Web GoDaddy su WordPress.org. Dai un’occhiata al nostro altro post per una spiegazione dettagliata delle differenze tra WordPress.com e WordPress.org.

1. GoDaddy per WordPress: scegli WordPress Hosting

Per creare un sito Web su WordPress, è necessario l’hosting di WordPress. L’hosting del sito Web è il luogo in cui è ospitato il tuo sito e i tuoi file sono archiviati.

Se hai già l’hosting con il servizio di hosting di GoDaddy, allora sei a posto! Puoi utilizzare il servizio di hosting di GoDaddy con il tuo nuovo sito WordPress.

Ma se devi passare da un host web a un altro o scegliere un nuovo servizio di hosting per il tuo sito WordPress, ti consigliamo di scegliere Bluehost.

Bluehost-wordpress-hosting

Bluehost è una delle società di hosting più famose al mondo ed è un provider di hosting ufficialmente raccomandato da WordPress.org. Inoltre, i lettori IsItWP ottengono un ottimo affare quando si iscrivono a Bluehost.

Stanno offrendo ai nostri utenti un nome di dominio gratuito, SSL gratuito e uno sconto del 65% sull’hosting di WordPress.

Fai clic qui per richiedere questa esclusiva offerta Bluehost »

Con Bluehost, pagherai solo $ 2,75 al mese per avviare il tuo sito Web WordPress.

Se in seguito decidi di voler passare il tuo sito WordPress a un altro host web, dai un’occhiata al nostro post su come passare da un host Web a un altro senza tempi di inattività.

Relazionato: Approfondita recensione di Bluehost.

2. Eseguire il backup dei contenuti del generatore di siti Web GoDaddy

Prima di iniziare a spostare il sito del costruttore di siti Web GoDaddy su WordPress, è necessario eseguire il backup del contenuto del sito Web. Se hai solo un paio di pagine di contenuti e immagini, puoi eseguire il backup semplicemente copiando il testo in file di testo sul tuo computer e salvando anche le immagini sul tuo computer.

Backup-site

Per organizzare meglio il contenuto del backup, è possibile salvare tutto il testo della homepage in un file dell’editor di testo chiamato “Homepage” e tutte le immagini della homepage in una cartella chiamata “Homepage” e così via. Fallo per ogni pagina del tuo sito web.

Un’altra opzione rapida per eseguire il backup del contenuto del sito Web è visitare ciascuna delle pagine del sito Web sul browser. Sulla tastiera, premi CTRL + S (Comando + S per Mac), verrà visualizzata la finestra di dialogo Salva. Assicurati di scegliere “Pagina Web, Completa” nel campo “formato” o “Salva come tipo”. Salva ciascuna delle pagine del tuo sito Web in questo modo.

Backup-site-to-move-wordpress

Puoi anche usare uno strumento gratuito come HTTrack che consente di salvare qualsiasi pagina Web sul PC. Scarica HTTrack e inserisci l’URL del tuo sito web. Lo strumento eseguirà quindi una copia del tuo sito Web sul tuo computer.

HTTrack-tool

HTTrack è sicuramente un modo più veloce per eseguire il backup di tutti i file del tuo sito web. L’unico aspetto negativo è che dal momento che il costruttore di siti Web GoDaddy e i suoi temi memorizzano i loro file su diversi server CDN, il che rende difficile scaricare tutte le tue immagini. Quindi, se il tuo sito web è principalmente di testo e non ti dispiace perdere le tue immagini, HTTrack è una buona opzione.

Prima di passare al passaggio successivo della migrazione da GoDaddy a WordPress, controlla di aver scaricato tutti i file del tuo sito web. Una volta disabilitato il generatore di siti Web, non sarà più possibile ripristinare il sito Web. Quindi, disconnetti Internet dal tuo computer e verifica di avere tutti i dati del tuo sito web.

3. Eseguire il backup della struttura dei collegamenti

Successivamente, dovrai eseguire il backup della struttura dei link. Se qualcuno fa clic su un URL del tuo vecchio sito, non sarà in grado di trovare il tuo sito web. Quindi, devi reindirizzare tutti gli utenti che visitano i vecchi URL del tuo sito Web verso i nuovi URL sul tuo sito WordPress.

Per eseguire il backup della struttura dei collegamenti, è necessario un elenco completo di tutti gli URL sul sito Web. Se non ne hai molti, copia e incolla semplicemente gli URL in un file di testo sul tuo computer.

link-struttura-GoDaddy-to-wordpress

In alternativa, puoi utilizzare uno strumento online come Klipper per estrarre gli URL dal tuo sito e salvarli in un file di testo.

4. Punta il tuo dominio su WordPress Hosting

Questo passaggio è per gli utenti che hanno un nome di dominio registrato con GoDaddy e vogliono usarlo con un altro servizio di hosting WordPress come Bluehost o SiteGround. Se non hai un nome di dominio registrato con GoDaddy, puoi saltare questo passaggio.

Per indirizzare il tuo dominio ad altri servizi di hosting WordPress, vai al tuo account GoDaddy e vai al domini sezione. Clicca sul Gestire pulsante accanto al dominio che si desidera modificare.

manage-GoDaddy dominio

Quindi, fai clic su Impostazioni aggiuntive e quindi fai clic su Gestisci DNS.

manage-dns-GoDaddy

Ora scorri verso il basso fino a nameservers e seleziona la sezione Modificare pulsante.

change-nameserver

Quindi, fai clic sul menu a discesa per cambiare il tipo di nameserver costume. Ora puoi inserire qui i tuoi nuovi nameserver di host WordPress. Se il tuo servizio di hosting WordPress ha più di 2 nameserver, fai clic su Aggiungi Nameserver per aggiungere un’altra riga.

custom-nameserver

Dopo aver inserito i tuoi nameserver, fai clic su ok pulsante e quindi il Salva pulsante per salvare le impostazioni. È importante notare che per rendere effettive le modifiche al DNS potrebbero essere necessarie fino a 24 ore, ma in genere sono necessarie solo alcune ore.

Quando il tuo dominio inizia a puntare al tuo nuovo host WordPress, puoi passare al passaggio successivo.

5. Installa WordPress

Ora devi installare WordPress. WordPress è famoso per la sua installazione di 5 minuti, quindi questo non dovrebbe richiedere del tempo.

Molte società di web hosting offrono anche l’installazione di WordPress con un clic. Pertanto, quando ti iscrivi a un servizio di hosting WordPress e scegli il tuo piano, puoi installare WordPress direttamente dalla dashboard del servizio di hosting. Di seguito è riportato come appare questo processo quando ti iscrivi a Bluehost, ma sarà simile anche per altri servizi di hosting WordPress.

Innanzitutto, ti verrà richiesto di scegliere un tema WordPress. Puoi scegliere qualsiasi tema multiuso di WordPress e cambiarlo facilmente in qualsiasi momento.

l'installazione-wordpress-scegliere-tema

Successivamente, ti verrà chiesto di nominare il tuo sito Web WordPress e scegliere uno slogan per il tuo sito.

create-a-new-wordpress-site

Dopo aver digitato i tuoi dati, fai clic su Il prossimo. Ora Bluehost installerà automaticamente WordPress per te. Al termine dell’installazione, vedrai a WordPress installato correttamente schermo.

GoDaddy-per-wordpress-installazione-successo

Ora puoi accedere al tuo sito per iniziare a costruirlo e trasferire i tuoi contenuti su di esso. Un modo semplice per accedere al tuo sito WordPress è aggiungendo wp-admin fino alla fine del tuo URL.

Ad esempio, http://mysite.com/wp-admin.

Apparirà quindi una schermata in cui è possibile accedere al proprio sito WordPress con le informazioni di accesso che sono state inviate alla propria e-mail.

wordpress-login

6. Importa il contenuto del tuo sito Web GoDaddy in WordPress

Ora è il momento di importare i tuoi contenuti dal tuo sito web costruttore GoDaddy al tuo nuovo sito Web WordPress. Come accennato in precedenza, non è possibile importare automaticamente tali contenuti su WordPress, quindi dovrai eseguirli manualmente.

WordPress include 2 diversi tipi di contenuti integrati: pagine e post. È necessario creare pagine per il tuo sito Web, ad esempio una pagina “Chi siamo”, una pagina “Servizi”, una pagina “Contatti” e così via. Dovrai creare post se vuoi avere un blog.

Crea le tue pagine in WordPress facendo clic su pagine pulsante nella dashboard di WordPress e quindi facendo clic Aggiungere nuova. Per creare post sul blog, segui le stesse istruzioni ma scegli il Messaggi invece il pulsante.

creare-wordpress-page

Ora copia il contenuto dal tuo vecchio sito di costruzione di siti Web GoDaddy che hai precedentemente salvato e incollalo nell’editor di WordPress.

import-sito-costruttore-content-to-wordpress

Al termine dell’importazione del contenuto, fai clic su Pubblicare per rendere la tua pagina attiva sul tuo sito web. Ripeti questo passaggio fino a quando tutto il contenuto del tuo costruttore di siti Web GoDaddy non è stato importato in WordPress.

7. Reindirizzamenti di installazione

Se hai salvato un elenco di collegamenti dal vecchio sito del costruttore di siti Web GoDaddy, puoi impostare reindirizzamenti. I reindirizzamenti indicano ai motori di ricerca che l’URL richiesto è stato spostato in un nuovo URL.

Puoi impostare facilmente i reindirizzamenti utilizzando un plug-in WordPress gratuito come Simple 301 Redirects. Passare al plugin sezione sulla dashboard di WordPress, cerca “Reindirizzamenti 301 semplici” e fai clic Installa ora.

semplici-301-reindirizzamenti-plugin

Una volta installato e attivato il plug-in, vai a impostazioni >> 301 reindirizzamenti. Nel campo “Richiesta”, digita il tuo vecchio URL e nel campo “Destinazione”, digita il tuo nuovo URL per WordPress.

Impostazioni-redirect

Clicca il Salvare le modifiche per salvare il reindirizzamento e ripetere la procedura per tutti gli altri URL.

Dopo una migrazione riuscita, Next?

Ora che il tuo sito di costruzione di siti Web GoDaddy è stato spostato da GoDaddy a WordPress, quale sarà il prossimo? Dopo la migrazione da GoDaddy a WordPress, ci sono diverse funzionalità di WordPress che dovresti sfruttare includendo:

  • Trova il tema WordPress perfetto – Esistono molti temi WordPress creati appositamente per ogni settore e tipo di sito Web, quindi trova quello che si adatta perfettamente ai tuoi obiettivi.
  • Migliora il tuo SEO – Migliora la SEO del tuo nuovo sito con alcuni potenti plugin di WordPress come YoastSEO e MonsterInsights.
  • Aggiungi un modulo di contatto – Aggiungi un modulo di contatto al tuo sito Web in modo che i tuoi visitatori possano contattarti facilmente con un plug-in simile WPForms.
  • Aumenta la sicurezza – Rafforza la sicurezza del tuo sito WordPress usando alcuni dei migliori plugin di sicurezza di WordPress.

Speriamo che ti sia piaciuto questo articolo su come migrare il sito del costruttore di siti Web GoDaddy su WordPress. Ora che sei passato con successo da GoDaddy a WordPress, potresti voler dare un’occhiata al nostro articolo sui 25 plugin WordPress indispensabili per siti Web aziendali.

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map